Leghe di Zinco da Pressofusione

Contenuto:

Languages:

Introduzione

Progettazione di Componenti in Zinco Pressocolati

E’ diventato oramai essenziale, per gli ingegneri che progettano e sviluppano prodotti rivolti ad un mercato competitivo, stabilire quali siano i materiali più idonei per un determinato impiego. Essi hanno bisogno di conoscere le caratteristiche generali di un’ampia gamma di materiali così da poter indicare rapidamente quelli più adatti. I differenti materiali non possono però essere valutati soltanto sulla base delle loro proprietà meccaniche; è la loro combinazione, insieme alle possibilità che hanno di essere lavorati, che devono essere prese in considerazione.

Se esaminate in questo senso, le leghe di zinco nella pressofusione hanno molto da offrire. Sono rigide e resistenti, hanno un’elevata conducibilità termica ed elettrica, possono essere frequentemente fuse in forma finita e, nel momento in cui sono richieste delle operazioni di formatura successive alla fusione, offrono un’ottima lavorabilità meccanica e duttilità. Il processo di pressofusione a camera calda, impiegato per la maggior parte delle leghe di zinco pressocolate, consente di ottenere un’elevata produttività ed una vita dello stampo eccezionale: per questa ragione i costi di produzione risultano essere bassi.

Le leghe di zinco pressocolate possono essere soggette a diverse operazioni di finitura, dalla semplice passivazione ai rivestimenti organici od all’elettroplaccatura, anche se forse la maggior parte è utilizzata senza l’applicazione di finiture particolari, grazie alla buona resistenza alla corrosione che presentano in condizioni ambientali naturali.

Le leghe di zinco sono sicure dal punto di vista ambientale: il processo di fusione genera quantità insignificanti di scorie, i getti possono essere impiegati senza pericoli ed al termine della vita utile i prodotti realizzati con tali materiali possono essere prontamente riciclati con la tecnologia esistente in questo momento.

I componenti in lega di zinco, molti dei quali pressocolati in forma finita, sono impiegati in un ampia varietà d’industrie. L’eccellente consistenza, sia del materiale che del processo, è utilizzata per apportare convenienza economica, affidabilità ed idoneità ai prodotti assemblati.

L’obiettivo di questa pubblicazione è di fornire delle solide basi riguardanti sia le caratteristiche delle leghe di zinco che la progettazione e lo sviluppo di componenti realizzati mediante la pressofusione di tali materiali. Sarà d’aiuto agli ingegneri per stabilire se una determinata lega è appropriata, sia dal punto di vista tecnico che economico, per una particolare applicazione, e potrà essere utile come guida attraverso la progettazione di un componente al fine di massimizzarne il valore e l’affidabilità e minimizzarne i costi complessivi. Saranno considerate soltanto le leghe impiegate nella pressofusione a camera calda.